Consulenza - Sviluppo - Marketing - Formazione

Giacomo Rutili

Tieni qualche istante il mouse sopra al mio nome per aggiungermi su Google+ o seguimi sugli altri social
Giacomo Rutili

Come configurare un client IM con la verifica 2 step di Google

22 maggio 2014, Scritto da , category Google

(Se volete saltare un po’ di righe di noioso story telling, andate direttamente alla sezione della guida per scoprire come configurare un client di chat multi protocollo dopo aver impostato la verifica 2 step dell’account di Google )

Client multi protocollo per chat

Utilizzo le chat, per lavoro e vita privata, sin dai tempi di ICQ (il primo software di chat che ho usato, nel lontano 199nonricordo).
Con il proliferare dei software di messaggistica istantanea (Yahoo! messengerMSN messenger, Skype, Google Talk) ho sentito l’esigenza di trovare una soluzione unica che mi consentisse di gestire i vari account, per ovvi motivi.

Ai tempi (ad inizio 2000) scoprii Miranda IM, un client di chat per Windows, leggerissimo, pratico, scarno ma molto flessibile grazie ai numerosi plugin che la community continuava a sfornare.

Dopo qualche anno sono passato a Pidgin perché, al contrario di Miranda, era multi piattaforma e potevo usarlo con Linux. Tuttavia recentemente sono tornato a lavorare con Windows così, anche a causa di performance non soddisfacenti (pur nell’installazione base ho sempre trovato Pidgin un po’ pesante) sono tornato ad utilizzare Miranda.
Quel buontempone di +Riccardo Mares (aka Merlinox) mi ha suggerito di installare la versione portabile del client su una cartella di Dropbox, in modo da avere sempre tutto con me, a prescindere dal PC utilizzato, e non dovermi più preoccupare della sincronizzazione delle impostazioni, dello storico dei messaggi etc. (a proposito, grazie ancora, Riccardo, ottima idea!).

Recentemente, anche a causa di problemi legati al furto di identità avvenuto a seguito dell’hacking/cracking dell’account di un’amica (ne ho parlato nel post di qualche giorno fa: Furto di email + MoneyGram) mi è tornata voglia di provare ad abilitare il sistema di autenticazione a due passaggi che Google mette a disposizione per tutti i suoi servizi e che, all’epoca, mi era sembrato troppo macchinoso da gestire sulle applicazioni non web based (e quindi i vari client di posta, client di messaggistica istantanea etc).

Ho così deciso di  riprovare per vedere se, nel frattempo, fosse cambiato (e migliorato) qualcosa.
Sono quindi andato nelle impostazioni di sicurezza dell’account Google , ho abilitato la verifica a due passaggi, poi sono andato ad impostare la password “spaciale” per le singole applicazioni.

verifica 2 passaggi google

La pagina per gestire le password per i servizi/applicazioni di Google si presenta piuttosto scarna, ma di facile comprensione, come possiamo vedere.

configurazione autenticazione 2step client chatIn questa pagina possiamo così inserire il nome di una applicazione per la quale vogliamo gestire l’autenticazione a due fattori, per esempio Google Talk, e premere sul pulsante Genera password.

password per autenticazione 2 step google per applicazioni

Per quanto riguarda la parte “lato Google”, abbiamo finito.

Se tutto è andato a buon fine, da questo momento in poi il client di chat non sarà più in grado di connettersi ai server di Google.

Niente panico, è giusto così ed è ciò che volevamo!

Apriamo le impostazioni dell’account Google del nostro client di chat, mettiamo la nuova password che ci ha fornito Google (al posto della password con cui regolarmente ci autentichiamo, via web, a tutti i servizi Google) ed il gioco è fatto!

Configurazione Miranda IM con Password 2 step di Google

Alla fine non è stato poi così difficile, vero? 🙂