Consulenza - Sviluppo - Marketing - Formazione

Giacomo Rutili

Tieni qualche istante il mouse sopra al mio nome per aggiungermi su Google+ o seguimi sugli altri social
Giacomo Rutili

diffusione browser e la questione internet explorer

7 ottobre 2010, Scritto da , category Browser, Internet Explorer, Tricks

Prendendo spunto da un recente post di Julius ho deciso di mettere anch’io uno script per intercettare gli utenti che ancora utilizzano una versione di Internet Explorer 6, il vecchio, storico e sempre troppo diffuso browser di casa Microsoft. Con questa soluzione, ovviamente, cercherò di fare del mio meglio per scoraggiare gli utenti che proprio non ne vogliono sapere di passare ai browser più recenti.

A tal proposito ho deciso di ridare un’occhiata alle statistiche di accesso di un sito, che gestisco, molto frequentato (nell’ordine dei 10.000 visitatori al giorno).

La diffusione a livello di browser è la seguente:

Diffusione browser 2010

Statistiche browser ottobre 2010

mentre a livello di versioni del solo Internet Explorer è la seguente:

Distribuzione versioni di internet explorer ad ottobre2010

Distribuzione versioni di internet explorer ad ottobre 2010

Come si può notare, per un sito come quello analizzato, non un sito di informazioni o generalista ma abbastanza tecnico, la diffusione di IE rispetto agli altri è ancora piuttosto elevata, diciamo un 3:1 il rapporto tra IE VS Firefox ed un 7:1 tra IE VS Chrome. (Anche se nell’immagine non è ripoartato, ho visto che compare anche Opera mini tra i primi 10… mitico!)

Se andiamo ad analizzare la distribuzione delle varie versioni di Internet Explorer, possiamo constatare che, finalmente, la versione 8 è diventata, finalmente, la predominante. Segue la versione 7 (con un rapporto di circa 1:2) ed infine la 6, con un rapporto di circa 1:6 (ancora altissimo!). Nota di rilievo: si sta iniziando ad affacciare anche la versione 9 del popolare browser di Redmond.

Traslando il discorso al mio sito, che gira su volumi assai diversi e che è frequentato, a quanto pare (ma rientra nei miei obiettivi) da smanettoni, o comunque non da utonti, i dati dicono che:

La diffusione a livello di browser è la seguente:

Diffusione browser accessi al mio sito

Distribuzione browser per il mio sito web

mentre a livello di versioni del solo Internet Explorer è la seguente:

Distribuzione versioni internet explorer ottobre 2010 nel miosito

Accessi al mio sito web: versioni Internet Explorer ad Ottobre 2010

In soldoni, come diceva il mio prof di Analisi I e II, io potrei anche dormire sonni piuttosto tranquilli. Per me, è evidente, Internet Explorer 6 non rappresenta una minaccia, tuttavia per il sito a più alto traffico che gestisco, il problema è ancora piuttosto sentito (un 12%, considerando il numero di accessi, non è poco) e merita di essere risolto una volta per tutte. In fin dei conti anche Youtube, Gmail ed altri popolari siti web hanno già adottato questa soluzione e stanno scoraggiando da tempo l’utilizzo di Internet Explorer 6.

Da parte mia non posso che sperare che gli update di Windows XP (IMHO il nocciolo della questione sta tutto qui) vengano scollegati dall’update di Internet Explorer altrimenti finisce che tutti i milioni di utenti che ancora non hanno acquistato la licenza di XP (perché, diciamocelo chiaramente, gli Internet Explorer 6 ancora usati riguardano prevalentemente utenti aventi copie pirata di XP che non possono aggiornare altrimenti il Sistema Operativo smette di funzionare) continueranno imperterriti ad usare IE6 (e pace all’anima dei web developer) o, come già successo nella maggior parte dei casi, migreranno versi altri browser. Firefox e Chrome in primis.

Voi come avete risolto?

  • Avete semplificato i vostri template?
  • Avete inserito hack con i commenti condizionali dei CSS per versioni di Internet Explorer inferiori alla 8?
  • Avete inserito disclaimer o vi siete semplicemente disinteressati alla questione?

Io, per ora, ho risolto inserendo il javascript che, una volta intercettato il browser tramite la stringa dell’agent, presenta una popup per invitare l’utente a cambiare browser o ad aggiornare.

In altre circostanze, per altri siti, ho adottato soluzioni meno “invasive”, suggerendo questo sito: Browser Choice.

Browser choice: ballot-screen

Browser choice: ballot screen

Il sito in questione non fa altro che presentare l’informativa presente nell’ormai famoso ballot screen introdotto di recente (su volontà della CEE) da Microsoft per risolvere l’annosa questione della posizione dominante (=monopolio di fatto) del proprio browser all’interno del suo sistema operativo.