Consulenza - Sviluppo - Marketing - Formazione

Giacomo Rutili

Tieni qualche istante il mouse sopra al mio nome per aggiungermi su Google+ o seguimi sugli altri social
Giacomo Rutili

iboh

25 luglio 2010, Scritto da , category Apple, iPad

iboh, non è proprio un “ibbò“, una bocciatura, ma poco ci manca.

iPad

In queste ore ho cercato di farmi un’idea dell’utilizzo del nuovo nato di casa Apple ma non riesco ad intravederne vantaggi e punti di forza. 

Piuttosto che elencare “che co sa fa” (cosa che potrei tranquillamente delegare ad un qualsiasi scritto per l’iPhone) mi soffermerei sul “cosa non fa/cosa non è”:

  • non è tascabile come un telefono => meno pratico da portare in giro
  • non è comodo come un notebook => meno comodo da adoperare per sessioni di lavoro medio lunghe
  • non ha il multi tasking => utilizzo escluivo delle applicazioni e del proprio tempo
  • non ha foto/videocamera => non puoi usarlo come creatore di contenuti multimediali
  • non ha il supporto per flash => tagliati fuori tutti i siti flash-based (uno a caso: youtube)
  • non ha una tastiera fisica => voglio vedere quando il display sarà unto e, magari, rigato dall’orologio da polso
  • non ha una tastiera fisica (2) => se una mano la adoperi per reggere il dispositivo con l’altra puoi scrivere una lettera alla volta
  • non è poi così leggero => 700g in borsa non sono pochi
  • non ha la scocca piatta => se lo poggi su una superficie piana tende ad ondeggiare
  • non ha uscita video => i contenuti sono riproducibili solo sul display da 10″ (a questo punto, poco)
  • non ha una batteria estraibile => la durata di utilizzo dipenderà necessariamente dalla durata della batteria e non sarà prolungabile con una batteria aggiuntiva
  • non ha il GSM => niente telefonate
  • non ha la webcam => niente video chiamata
  • non ha lo schermo OLED => LCD stanca e consuma di più
  • non ha lo schermo e-ink => leggere tanti contenuti, come un libro, può essere molto stancante
  • non ha gli speaker di qualità => la riproduzione di contenuti multimediali non sarà il massimo
  • non ha una base stabile => potrà stare poggiato soltanto in orizzontale
  • non ha un proiettore (come invece i nuovi di LG hanno in dotazione) => non adeguato per le presentazioni
  • non ha un prezzo adeguato => in USA da 499 ad 899 USD (tanto davvero), in Europa stessa cifra ma in euro (tantissimo!)
  • non ha estetica => diciamocelo, è un iPhone ingrandito e, il risultato, non è nemmeno esteticamente accattivante
  • non ha porte USB => nessun ingresso di pennette esterne
  • non ha porte firewire => impossibile acquisire contenuti da video/fotocamere digitali “di un certo tipo”
  • non è open source => applicazioni solo tramite Apple Store

in compenso:

  • ha creato aspettativa da record come solo i prodotti Apple sanno fare
  • ha un seguito di fan sfegatati che lo compreranno a prescindere
  • ha una partnership con i principali creatori di contenuti (New York Times su tutti)
  • ha un ottimo reparto marketing come traino per il successo del prodotto
  • ha tutto da dimostrare => vedremo se ad oggi siamo inadeguati e non capiamo a fondo le potenzialità del prodotto o se l’iPad sarà davvero uno dei (rari) flop che la Apple ha sfornato. Oppure se sarà un nuovo standard di prodotto che cambierà davvero le nostre abitudini

Per il momento do un voto pari a 10 per l’aspettativa mediatica creata e pari a 3 per la riuscita del prodotto (estetica, funzionalità, ingombri… tutto).

Nel complesso se ne esce con un prodotto da 6,5, sufficienza piena, d’accordo, ma da Apple mi aspettavo certamente qualcosa di più!